Seguici su mobile

REIS o REI? facciamo un po di chiarezza

REIS o REI? facciamo un po di chiarezza

2017-12-04 19:15
inclusione

Dopo i primi giorni di notizie su tg, stampa e radio intorno al REI, credo occorra fare un poco di ordine, anche alla luce delle richieste giunte in questi giorni in comune da parte di spaesatissimi compaesani, che chiaramente in mezzo a tutti questi acronimi e sigle e nomi pressocchè uguali, ci si perdono.

Va detto però che la prima nota dell'INPS a questa amministrazione giunge oggi in data 04.12.2017, a mezzo pec, segnalando che " presso gli uffici o alcuni punti REI di alcuni Comuni  si sta verificando che molti utenti si presentino all’INPS per la richiesta dei moduli di domanda dichiarando di essersi in precedenza recati agli uffici comunali per avere informazioni."  Peccato formalmente nessuna è mai comunicato l'avvio del REI per il 1 dicembre 2017, ma questa è la normalità, andiamo oltre e chiariamo alcune cose utili ai cittadini.

Allora, senza farla troppo lunga, ma con un minimo di narrazione, nel 2017 la Regione Sardegna, manda in soffitta il vecchio sistema di “Contrasto alle Povertà”, quelle famose linee 1, 2 e 3 che in tanti hanno avuto modo di conoscere, se non altro che per l’ampio uso, ed in fondo anche rodato e utile, che ne è stato fatto.

Quindi in sostituzione delle Linee di Contrasto alle Povertà, la Regione Sardegna nel 2017, avvia quell’intervento chiamato “Agiudu Torrau”, detto anche REIS (Legge Regionale n. 18 del 2016).

Questa misura, il REIS,  parte tra mille difficoltà di coordinamento con gli uffici dei Servizi Sociali dei Comuni e quelli della RAS, perchè s’Agiudu Torrau modifica in buona parte alcuni meccanismi che si erano consolidati con il progetto di contrasto alle povertà, detto ciò s’agiudu torrau a mesi di avvio è comunque un intervento avviato sull'intero territorio regionale.

Accanto al REIS (s’Agiudu Torrau), che è Regionale,  è attiva dal 2016 anche un’altra iniziativa di carattere Nazionale, che è il SIA, ovvero il sostegno all’inclusione attiva. Dirò di più, le due misure si integrano. Vengono erogate anche contestualmente, a seconda del soddisfacimento dei requisiti di accesso.

Anche il SIA, come il REIS Regionale, è una forma di supporto anche economico, ma non solo economico, per chi è rimasto indietro.

Non entro ora nel merito, dell'utilità, delle migliorie o di quant'altro, queste righe servono solo a chiarire che REIS e REI son due cose diverse.

"Con il Decreto interministeriale del 26 maggio 2016 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 166 del 18 luglio 2016) il Sostegno per l'Inclusione Attiva, già sperimentato nelle città più grandi del Paese, è stato completamente ridisegnato ed esteso a tutto il territorio nazionale. Pertanto, dal 2 settembre 2016 i cittadini in possesso dei requisiti possono presentare la richiesta per il SIA.  Con il Decreto interministeriale del 16 marzo 2017 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 99 del 30 aprile 2017), sono stati modificati alcuni criteri di accesso al SIA, nell'ottica di estendere la platea dei beneficiari."

Dove nasce la confusione? Nasce nel momento in cui il SIA, ovvero il sostegno all’inclusione attiva, da provvisorio diventa definitivo (?) e cambia nome in REI.

[Dal 1° gennaio 2018 il SIA verrà sostituito dal Reddito di inclusione (REI), come previsto dalla legge delega per il contrasto alla povertà e dal decreto legislativo 15 settembre 2017, n. 147, attuativo della legge delega]

Dice l’INPS sul REI:

"Tale misura prevede un beneficio economico erogato attraverso l’attribuzione di una carta prepagata emessa da Poste Italiane SpA ed è subordinata alla valutazione della situazione economica e all’adesione a un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa. Il beneficio economico sarà erogato per un massimo di 18 mesi, dai quali saranno sottratte le eventuali mensilità di Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) percepite.Il nucleo richiedente dovrà soddisfare specifici requisiti di residenza e anagrafici, economici, di composizione del nucleo familiare e di compatibilità, specificamente dettagliati nella circolare."

 

Insomma il REI è il SIA che cambia nome.

Quindi Il REIS ed il REI sono due cose diverse, che possono eventualmente essere erogate contestualmente, non abbiate timore quindi di essere reputati poco accorti, chiedete su ogni dubbio che potrà sorgere, e a domanda cortese, presso gli uffici del Comune, seguirà risposta cortese e la più completa possibile in questo quadro un poco confuso di tentativi un poco scoordinati di contrasto a problemi non poco semplici.

Il REI - portale dell'INPS

REIS o Agiudu Torrau

Marino Mulas